Archivio mensile:Luglio 2020

Migliori spazzole per cani del 2020: a cosa servono e dove acquistarle

Nel post di oggi vediamo le migliori spazzole per cani del 2020. La spazzola per il proprio amico a quattro zampe, contrariamente a quanti pensano, è uno prodotto fondamentale per qualunque proprietario. Sia che si abbia un cane con il pelo corto o un cane con il pelo lungo non fa differenza, e non ha solo uno scopo puramente estetico.

Spazzola per cani: perché è cosi importante?

Spazzolando il proprio cane, infatti, si va a contribuire in maniera significativa alla salute della cute dell’animale e in particolar modo al suo igiene personale. In questo modo si evita che il pelo si sparga all’interno della casa. Per questo una spazzola per cane è uno degli accessori che non devono mai mancare. Ovviamente come per qualsiasi cosa non tutti i modelli sono uguali, nel mercato ci sono una marea di spazzole per cani rispetto. E’ fondamentale per questo tenere a mente che può succedere di essere proprietari di una razza particolare di cani che potrebbe richiedere un pettine specifico.

Insomma, quello che stiamo cercando di farvi capire è che fondamentale non acquistare la spazzola per cane cosi tanto per farlo. Bisogna valutare con la massima attenzione tanti parametri cosi da non sprecare i soldi invano evitando danni al pelo dell’animale.

Come già accennato ad inizio articolo la spazzola per cani è importantissima non solo per scopi estetici, ma è un valido aiuto per contribuire alla salute della cute dell’animale e al suo igiene. Tra l’altro si va ad evitare, in particolar modo quando il cane cambio il pelo nel corso delle stagioni, che i peli cadano e riempiano casa. Vi consigliamo queste spazzole per canile miglior in assoluto e di ottima qualità

Per riuscire a far abituare il proprio amico a quattro zampe alla spazzola, di solito si deve iniziare con pettini per cani che siano caratterizzati da setole morbide, cosi da poterle passare in qualsiasi zona del corpo senza provocare sensazioni strane o spaventare l’animale. E’ tra l’altro fondamentale abituare il cane alla spazzolatura sin da cucciolo, cosi da farle vivere questi momenti con completo relax e naturalezza.

Conclusioni

Ricordate che trascurare il proprio cane non è il massimo. Bisogna sempre trattarlo come se fosse uno di casa. Datele da mangiare nutrendolo al meglio, curatelo se ha problemi e in particolar modo ogni giorno spazzolatelo a dovere.

La visita oculistica per gli amici a 4 zampe

Proprio come i loro padroni anche gli animali domestici dovrebbero recarsi dall’oculista ed effettuare una visita (scopri di più sul sito mvm-roma.it). Infatti, Anche loro potrebbero essere affetti da patologie come la congiuntivite, la cataratta ed il glaucoma.

In campo visivo una valutazione scientifica degli animali è ormai in una fase molto avanzata e si è scoperto che molti cani, per esempio dalmata, sono fra le razze che hanno maggiormente bisogno di controlli periodici. vediamo in questo articolo come funziona una visita oculistica per gli animali domestici.

L’esame oftalmologico dal veterinario

Questo esame comprende delle analisi dirette a identificare eventuali problemi agli occhi o malattie particolari che a insorgere. Sostanzialmente, il veterinario si occupa di osservare la vista e le condizioni dell’organo oculare.

Per capire se il vostro animale ci vede bene, verrà sottoposto ad alcune prove di luce, movimenti delle mani e lo sfregamento di oggetti. In questa maniera si può capire se è capace di rispondere a stimoli e riconoscere l’ambiente che lo circonda.

Inoltre, vengono controllati secrezione di lacrime, cristallino e pressione intraoculare. Insomma, un controllo abbastanza approfondito e dettagliato che interessa anche le palpebre per scongiurare patologie, quali: ptosi, blefarite, trichiasi, neoplasie, ecc. che influenzano il benessere dell’animale.

Poi, la cornea viene controllata accuratamente per via delle ulcere. E, l’esame della camera interna è indispensabile per verificare lo stato dell’iride, della cornea, della lente e dell’umore acqueo. Naturalmente tutto ciò viene dalla necessità di prendersi cura del proprio animale da compagnia

Controlli ordinari e straordinari

Solitamente, i veterinari fanno i controlli di routine ai vostri cani e gatti ogni qualvolta li portate. Ma soltanto un veterinario oftalmico è capace di verificare se vi siano eventuali problematiche degli occhi. Di contro, se voi notate, ad esempio, la presenza di macchie strane, di infiammazioni o qualsiasi altro insolito elemento negli occhi dell’animale, vi consigliamo di portarlo subito dall’oculista veterinario. Anche se il vostro amico dimostra dolore o cerca di grattarsi spesso gli occhi, dovrete agire tempestivamente.

Cosa fare in caso di problemi agli occhi?

Un ottimo consiglio è quello di evitare di improvvisarvi medici e curare gli occhi del vostro animale senza consultare il vostro veterinario che vi darà la corretta diagnosi e cura.

Un altro consiglio riguarda la prevenzione: bisogna osservare attentamente l’animale domestico e verificare il linguaggio del suo corpo per decifrare in tempo sintomi evidenti, come la lacrimazione eccessiva, che potrebbero portare a gravi problemi degli occhi. Fa parte della prevenzione anche la pulizia quindi ricordate di accorciare sempre i peli in eccesso che rischiano di entrare in contatto con gli occhi e irritare le pupille, l’iride e la sclera.